lunedì 27 luglio 2009

Ernest Wansley ricorda...

Che squadra! Avevamo uno schema, mi sembra fosse il “numero 2”: io andavo in post alto, Benatti mi dava la palla... che io rigiravo a Cecchini.

Erano sempre, sempre due punti! Ormai gli avversari conoscevano perfettamente quel movimento, se l’aspettavano, ma l’azione era talmente perfetta e veloce che il risultato era garantito.

E poi mi piaceva giocare con Gig: era un grande saltatore, un eccellente stoppatore... quell’anno aveva avuto qualche problema ma era riuscito ad affrontarlo, a rilassarsi, a riprendersi e a tornare ad alti livelli...

(continua)

Post più popolari

Seguici via Email!