lunedì 29 giugno 2009

Luca Ioli ricorda...

Ero la riserva di Maurizio Benatti, per tutto l’anno in stato di grazia. Praticamente non entravo mai o, se entravo, giocavo pochi secondi di partita... generalmente verso la fine, momento topico caratterizzato dal caos totale, una baraonda nella quale io ero il predestinato a subire i falli sistematici (basta ricordare il tiro libero realizzato allo scadere contro Bologna, che ci permise di sorpassare la differenza canestri e fare un passo verso la promozione).

Il mio era quindi un ruolo delicatissimo, sempre sul filo del rasoio, ma lo vivevo con serenità e slancio dal momento che a Benatti voglio molto bene e cercavo di interpretare il mio status di “secondo” un pò in tutto (eseguivo per primo gli esercizi, etc.)...

(continua)

Post più popolari

Seguici via Email!