mercoledì 20 maggio 2009

Marr Superstar 25°

L’8 aprile di 25 anni fa a Rimini accadeva il più leggendario degli eventi che la storia sportiva ricordi, un evento da affiancarsi alle telecronache di Mario Ferri da Las Vegas per l’incontro Righetti Spinks o ai festeggiamenti sul lungomare per la serie B del calcio di 4 anni fa. Ma nessun evento è stato più incredibile di quello dei 18 pullman che presero la strada di Vigevano per portare 800 tifosi (più le macchine ed il resto, chi scrive c’era ed i riminesi superavano il migliaio) a partecipare alla storica promozione in A1. Gli anni, la forza, l’ardore agonistico passano ma le emozioni rimangono, così come gli affetti per chi sudava sul campo e sulle tribune per arrivare alla vittoria, ognuno mettendone del suo fossero muscoli e polmoni, fossero ugole e voce. Mi emoziono sempre quando vado al Pic Nic da Maurizio e Berto e vedo le foto delle squadre di basket passate, ed il bene che voglio a quelle due persone passa anche per il fatto che non le tolgono, che lì c’è un pezzo di storia. 25 anni dopo il 17 maggio 2009 si è costituito il Comitato Marr Superstar 25° fondato da una decina di tifosi dell’epoca, evergreen come l’idea d’altronde che poi è quello di organizzare un week end dedicato all’impresa fatto dall’immancabile partita tra quella Marr ed una All stars di giocatori riminesi, tutti i giocatori compresi gli “Usa” hanno già dato la loro disponibilità, un libro fotografico e di aneddoti (è leggenda la storia dei giocatori che cercano di evitare i controlli per uscire sino a tardi inseguiti dai dirigenti pronti ad appioppargli una salatissima multa) ed una serata conviviale. Tutto quello che rimane, ammesso che rimanga, viene devoluto in beneficenza. Chiamami Città è ancora giovane, avendo 21 anni nel 1984 non usciva, ma un giornale come il nostro depositario delle emozioni e dei segreti della riminesità non si può esimere dall’offrire il patrocinio a questa idea e la collaborazione più completa. Forza Comitato Marr Superstar 25°, è proprio il caso di dire che vi tocca fare la partita.

Luca Ioli

Post più popolari

Seguici via Email!