domenica 17 maggio 2009

Atto costitutivo del Comitato

L'anno duemilanove, il giorno 17 del mese di maggio,

I SIGNORI

Agostini Riccardo
Angelini Massimiliano
Campi Fabrizio
Campi Raffaella
Fontana Cristiano
Gambetti Adalberto
Gambetti Nicola
Giglietti Mario
Intorcia Massimiliano
Maresi Moreno
Morosetti Elena
Pasquini Pietro Antonio
Ramberti Giancarlo
Col presente atto



PREMETTONO CHE:

- sono accumunati da una "storica" passione per la pallacanestro che, per alcuni di loro si è espressa in attività sportiva direttamente praticata mentre per altri si è limitata ad esprimersi unicamente come tifoso "praticante" le tribune,
- a livello cittadino la prima promozione dalla categoria A/2 a quella di A/1, per tutti i tifosi ha costituito un passaggio indimenticabile per il coinvolgimento passionale che ha accompagnato l'avvenimento;
- ricorre quest'anno il 25° anniversario della memorabile impresa sportiva che era stata accompagnata dalla mobilitazione dell'intera città e sicuramente aveva tracciato solchi profondi ancora presenti nella memoria di tutti gli appassionati, meritando una celebrazione che possa riaccendere le indimenticabili emozioni provate allora;
- la certezza di trovare sicuro riscontro e apprezzamento nei vecchi tifosi che hanno vissuto quell'indimenticabile esperienza oltre che nei più giovani che l'hanno sentita solo raccontare induce a ritenere necessario creare un organismo che costituisca il punto di riferimento per catalizzare l'attenzione e le energie necessarie al fine di celebrare la ricorrenza nel modo più degno e visibile
TANTO PREMESSO
I sopra indicati signori dichiarano di costituire, come costituiscono, ai sensi degli articoli 39 e seguenti del codice civile, un Comitato denominato 
"MARR SUPERSTAR 25, 1984-2009", con sede in Rimini, Via delle Officine n.8, avente lo scopo, senza alcuna finalità di lucro, di raccogliere mezzi economici e risorse umane per l'organizzazione di una serie di inziative, da collocarsi, preferibilmente, nella secoda decade del prossimo mese di settembre, tra le quali l'edizione di un libro fotografico rievocativo di quel campionato, una partita celebrativa tra due squadre di cui una, ovviamente, composta dagli "eroici" protagonisti di allora e quant'altro possa emergere dalle idee dei singoli compatibilmente con le risorse che saranno reperite.
Del Comitato, oltre ai suddetti comparenti che assumono la qualifica di "fondatori", potranno far parte tutti coloro che sono interessati allo scopo e ritengono di poter fornire qualsiasi tipo di apporto utile al suo conseguimento.
Viene istituito un fondo comune, da utilizzarsi per ogni iniziativa del Comitato, che sarà alimentato dalle quote versate dai soci fondatori, pari a € 20,00 (ventieuro), dalle quote di adesione di ogni singolo aderente successivamte alla costituzione, fissata in € 5,00 (cinqueuro), da ogni erogazione liberale che dovesse confluire nelle casse del Comitato da parte di chiunque vorrà riconoscersi nello scopo annunciato, nonchè da eventuali sponsorizzazioni di carattere occasionale.
Il Comitato sarà disciplinato dalle richiamate disposizioni del codice civile e sarà legalmente rappresentato, anche in in giudizio, dal Presidente il quale, unitamente agli altri componenti, si occuperà di promuovere tutte le iniziative necessarie e opportune (in primis l'individuazione di sponsor) per la raccolta dei fondi e la loro custodia e utilizzazione in vista dello scopo.
Viene nominato Presidente ii signor Adalberto Gambetti, che accetta. I comparenti, inoltrre, all'unanimità, ritengono di dover attribuire la carica di Presidente Onorario, senza alcuna funzione operativa, al signor Gian Piero Arcangeli, già Presidente dell'allora società sportiva, individuato dai sottocritti "fondatori", peraltro, non solo per detta passata carica, quanto per la sottostante grande passione, che lo ha sempre contraddistinto e per essere stato il primo ad elaborare l'idea di una partita celebrativa. Spetterà all'assemblea degli aderenti "fondatori" del Comitato predisporre un regolamento per il funzionamento dello stesso, istituire i necessari organismi esecutivi nonchè nominare gli incaricati di determinate funzioni operative. Resta ovviamente inteso che, una volta esaurita la funzione prefissa, cioè completate le iniziative celebrative che ruoteranno intorno alla partita tra la squadra di allora e una rappresentativa degna di immortalare e incorniciare l'anniversario, il Comitato di scioglierà automaticamente; eventuali beni e somme ancora rimaste inutilizzate saranno interamente devolute all' Associazione di Promozione Sociale "FIGLI DEL MONDO-RIMINI A SOSTEGNO DELL 'INFANZIA DISAGIATA", con sede in Rimini, via G. Bruno n. 47.

Letto, confermato e sottoscritto

Post più popolari

Seguici via Email!